vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Venaus appartiene a: Regione Piemonte - Città metropolitana di Torino

Banda Musicale "Società Filarmonica Venausina"

Nome Descrizione
Indirizzo Borgata VIII Dicembre, Strada Provinciale Km 2
Telefono 335 8411739
EMail filarmonica.venaus@email.it
Web http://www.comune.venaus.to.it/ComSchedaTem.asp?Id=21790
Informazioni Presidente: Marzo Marcello
Vice Presidente: Catia Plano
Segretaria: Rossi Mara
Cassiere: Natale Bruno
Consiglieri: Marzio Arianna, Caffo Tiziano, Chiabaudo Ivan, Plano Catia, Balpo Chiara, Basile Antonino
Presidente MARZO Federica
Dagli archivi della biblioteca comunale di Torino si rileva cha la prima spontanea formazione fu fondata nel 1790 e fosse composta da quindici elementi, mentre, almeno in forma ufficiale, non era ben definita la figura del Maestro.
Notizie sostanzialmente sicure si hanno soltanto dai primissimi anni di questo secolo e ci raccontano come sotto la direzione del Maestro Luigi Marzolino operasse un gruppo di almeno venticinque musicanti.
Intorno al 1910 la predisposizione dei Venausini verso la musica, fece sì che,per un certo periodo, esistessero addirittura due Bande Musicali: quella tradizionale composta per lo più da elementi di navigata esperienza musicale ed "anagrafica" e quella creata da un giovane musico che riunì con sé altri giovani intraprendenti. Non che si dovesse parlare di quella che in tempi più recenti venne definita guerra tra bande, ma certo la compresenza di due diversi pentagrammi sul territorio di Venaus non doveva avere risvolti del tutto idilliaci e pare che in determinate circostanze la rivalità veniva esternata in modo abbastanza vivace. Nel volgere di alcuni anni non si bene perché le due compagini misero da parte le loro rivalità e riuscirono a sintonizzare armonie ed intenti cosi la banda dei "giovani" ebbe il sopravvento e accorpò l'altra formazione ormai composta di pochi elementi anziani.
Peculiarità di questa Banda, la cui attuale denominazione è Società Filarmonica Comunale Venausina, è quella di essere presente nelle ricorrenze civili e religiose (ricorrenze del 25 aprile - 4 novembre - processione di Corpus Domini etc.); nelle circostanze più solenni accompagna le festose evoluzioni degli Spadonari (Festa patronale S. Biagio 3 febbraio e S. Agata 5 febbraio e La Festa della Madonna delle nevi il 5 agosto).
Oltre alle manifestazione di cui sopra è impegnata in manifestazioni folcloristiche nell'ambito della Provincia di Torino Regione Piemonte e all'estero.
Un appuntamento ancora oggi mantenuto vivo dalla Società Filarmonica Comunale Venausina consiste ne "Les Arbades" ovvero il saluto ai Santi nelle sere delle vigilie delle feste patronali il due e quattro febbraio.
Verso sera entra in chiesa un gruppo ristretto della banda musicale e dopo essersi recato davanti alle statue dei SS. Patroni Biagio e Agata che sono già esposte alla venerazione dei fedeli suona alcuni brani di repertorio come omaggio e augurio ai patroni; dopo la raccolta delle offerte viene effettuata dal Sacerdote la solenne benedizione della gola (un tempo venivano baciati i piedi delle reliquie).
E' una tradizione del passato quando la festa aveva dimensione settimanale infatti oltre a LES ARBADES c'era anche la "Balandrana" (all'incirca baldoria) usanza molto meno pia che vedeva protagonisti anche gli spadonari non in veste ufficiale e che consisteva nel radunarsi e girare per case ed osterie la sera del giorno dopo S.Biagio "che coincideva con la vigilia di S.Agata" provocando una lunga notte di libagione, e quella del giorno dopo S. Agata festoso e ulteriore legame questa volta con la domenica successiva.
L'incarico degli spadonari era definito "servizio" e al termine ogni osteria era obbligata a offrire loro un litro di Vin Brulè per poi successivamente berlo con i musicanti.
Il servizio era reso al Comune in sostituzione delle tasse che ogni contadino nella misura di quattro giornate di lavoro dovevano versare. Era un pò mescolare il sacro e profano con la genuina immediatezza di tutte e più autentiche espressioni popolari.
Attualmente la " Balandrana" viene effettuata in occasione del Carnevale dei Bambini (fine di febbraio) consiste in un percorso lungo le vie del paese offrendo note ed allegria.
Uno degli impegni importanti durante l'anno, oltre alla festa Patronale di San Biagio e Sant'Agata il 3 e il 5 febbraio, è nel mese di novembre con il concerto e la festa di Santa Cecilia.
La Festa di Santa Cecilia consiste nel concerto il sabato successivo al 21 novembre di ogni anno e la domenica con la messa solenne seguita dal pranzo. Nel pomeriggio si continua la festa a casa di chi nel concerto del sabato viene premiato per meriti musicali. La giornata di domenica poi si conclude con la cena. La festa ufficiale si conclude ritrovandosi ancora per cena il lunedì successivo. Il Tutto naturalmente a suon di buona musica!!! Nell'anno 1996 la Società Filarmonica Comunale Venausina ha formato una grande Banda, con le Società Filarmoniche di Bruzolo e Borgone, denominata "Collaborando in musica" per un concerto di beneficenza ha favore dei bimbi del Progetto Cernobyl. Nell'anno successivo con lo stesso gruppo ha partecipato alla manifestazione per i Mondiali di Sci svoltisi a Sestriere.
La predisposizione dei Venausini verso la musica è sempre stata l'elemento portante della vita di questa Banda non a caso sono stati organizzati 3 corsi di orientamento musicale Bandistico nell'ambito della Regione Piemonte con l'insegnamento del Maestro Carlo Campobenedetto.

Link